I cavalieri di Malto -

Barney Flats Oatmeal Stout – Anderson Valley Brewery

Barney Flats Oatmeal Stout – Anderson Valley Brewery
Una otmeal stout da manuale
Diffondi la crociata
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

In breve

Nome: Barney Flats Oatmeal Stout
Formato: bottiglia (33 cl)
Stile: oatmeal stout
Gradi: 5.8%
Produttore: Anderson Valley Brewery (California)
Temperatura di servizio: 10-12°
Bicchiere: pinta

barney-flats-oatmeal-stout

Una oatmeal stout morbidissima. Immagine presa da ar15.com


La scheda

Impressioni

Personalmente la ritengo una birra rappresentativa del suo stile, la otmeal stout come dovrebbe essere da manuale.
Si presenta di color nero ebano con un cappello di schiuma molto fine e persistente color mogano, non abbondante. Al naso ritroviamo sentori di pane nero, cioccolato fondente e toffee, insieme a note tostate, di caffè. Le meraviglie di questa birra cominciano all’assaggio: il corpo è decisamente tendente al pieno, ma di una scorrevolezza di velluto, complice l’impiego di avena (da cui oatmeal stout) che, con la bassa carbonatazione, porta a un finale secco e pieno che quasi non ci fa dimenticare di aver bevuto un sorso. La morbidezza e la cremosità dell’avena giocano un ruolo davvero importante, conferendo a metà sorso una dolcezza che si mescola alla componente tostata percepita al naso fino alla fine, predominando leggermente.
La birra potrebbe finire ancora prima che te ne accorgi, garantito.

Abbinamenti gastronomici

Forse, proprio per la componente dolce di poco prevalente, abbinerei questa birra alla carne affumicata, preferendola al tradizionale abbinamento con i dolci al cioccolato.
I produttori consigliano anche la zuppa di cipolle e il formaggio affumicato.

Abbinamenti con l’arte

Consiglio l’ascolto di Bitches Brew di Miles Daves. Una pietra miliare del jazz, che scivola via proprio come le sorsate, una nota dopo l’altra

Un po’ di storia

La Anderson Valley Brewery nasce nel 1987 a Boonville con un litraggio assai modesto. Il grande successo delle birre prodotte, però, porta a una rapida espansione del birrificio e a un rinnovamento totale negli anni 2000. A oggi conta circa 25 etichette tra alte e basse fermentazioni.

Anderson Valley Brewing logo

Il logo della Anderson Valley Brewing. Originale!


Diffondi la crociata
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>