I cavalieri di Malto -

Belgio contro Italia, gli europei della birra si giocano a tavola

Belgio contro Italia, gli europei della birra si giocano a tavola
Dai campi di calcio alla tavola, Belgio e Italia si scontrano sugli abbinamenti
Diffondi la crociata
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Solo qualche giorno fa, ai campionati europei di calcio, si è disputata la partita Italia-Belgio che ha visto uscire vittoriosa la nazionale italiana.

Il 16 giugno le due compagini si sono affrontate di nuovo dando vita ad un incontro affascinante che non le ha più viste impegnate su un campo di gioco, bensì in un posto molto più familiare a noi Cavalieri, il pub.

Ad ospitare la sfida è stato infatti il Murphy’s Law Burgeria Artigianale (ex Hickory Guinness Pub) di Antonio Zullo, proprietario impeccabile che con passione e competenza sta portando avanti un progetto molto interessante.

antonio-zullo-murphys-law-giuseppe-schisano-birrificio-sorrento

I protagonisti della serata: a sinistra Antonio Zullo, publican del Murphy’s Law, e a destra Giuseppe Schisano, mastro birraio del Birrificio Sorrento

Arbitro della serata è stato invece Giuseppe Schisano di Birrificio Sorrento, che nel corso della serata ha fornito interessanti informazioni sulla tradizione brassicola dei due paesi, sottolineando il parallelismo che può esserci tra le due nazioni, ed introducendo concetti come quelli della fermentazione mista e spontanea. La platea si è mostrata sin da subito coinvolta ed incuriosita dalle parole di Giuseppe che, con la sua consueta disponibilità e competenza, ha risposto in maniera chiara alle domande dei più curiosi.

Ma andiamo a scoprire nel dettaglio, minuto per minuto, come si è svolto questo incontro e soprattuto quali sono le squisitezze che il cuoco Andrea Neri ha preparato come abbinamenti alle birre.

Primo tempo – 30′

formaggio-caprino-bruschetta-al-datterino-giallo-e-basilico-rodenbach-caractère-rouge

Tocco di formaggio caprino e bruschetta al datterino giallo e basilico. Ottimo l’accostamento alla Rodenbach Caractère Rouge

Ad aprire le danze c’è il Belgio con la Rodenbach Caractère Rouge, una birra a fermentazione mista di 7%. All’olfatto troviamo ciliegia e lamponi, accompagnate da note legnose e di vaniglia. Al palato sono confermate le sensazioni dei frutti rossi percepiti all’olfatto unite ad una spiccata acidità, che nell’insieme compongono un finale secco e rinfrescante.

Il piatto in abbinamento è composto da formaggio caprino e da una bruschetta al datterino giallo e basilico fresco.

L’abbinamento è molto azzeccato, la birra si sposa benissimo al piatto e riesce a ripulire in pieno il grasso del caprino.

Secondo tempo – 75′

crescia-con-brie-zucchine-rucola-bacon-straccetti-di-pollo-agli-agrumi-tartina-allo-zenzero-saison-dupont

1) Crescia di Urbino con brie, zucchine, rucola e bacon 2) Straccetti di pollo agli agrumi 3) Tartina allo zenzero. Sfizi ricchi di sapore per l’altrettanto ricca Saison Dupont.

Continuiamo con il Belgio, con una Saison Dupont, nella quale percepiamo dei sentori speziati (pepe), note mielate e balsamiche. Sorseggiandola, emergono le note speziate e quelle dolci del malto, con un corpo denso ma non eccessivamente impegnativo. La birra è molto beverina, aumenta la salivazione e predispone ad un nuovo sorso.

Nel piatto ritroviamo: uno spicchio di crescia di Urbino con brie, zucchine, rucola, bacon croccante; degli straccetti di pollo agli agrumi e una tartina dello chef allo zenzero.

Vista la complessità del piatto, è stato difficile per noi stabilire se l’abbinamento sia stato indovinato o meno. Nel complesso propendiamo per il sì, perché la birra si è sposata sicuramente bene con tutti gli ingredienti della crescia e il suo amaro secco è riuscito a ripulire la bocca dalla crema allo zenzero, pur non aggiandosi bene nell’armonia complessiva dei sapori.

Primo tempo supplementare – 105′

panino-al-sesamo-con-hamburger-di-scottona-maionese-artigianale-ai-limoni-di-sorrento-cipolle-di-tropea-caramellate-porchetta-di-ariccia-all-arancia-minerva-birrificio-sorrento

Un panino al sesamo con hamburger di scottona farcito davvero bene: maionese artigianale con limoni di Sorrento IGP e cipolle di Tropea caramellate. Accanto una fetta di porchetta di Ariccia all’arancia, che si ricollega direttamente alla Minerva del Birrificio Sorrento

È il turno dell’Italia, direttamente dalla penisola sorrentina ci viene versata nel bicchiere la Minerva di Birrificio Sorrento prodotta con scorze di arancia. Noi Cavalieri ormai la conosciamo benissimo, ma è sempre un piacere riempire le nostre narici con le note caramellate ed agrumate, ed inebriare il palato con caramello, accenni di frutta secca e piacevole speziatura.

Ad accompagnare la Minerva c’è un mini panino al sesamo con hamburger di scottona speziato, maionese artigianale con limoni di Sorrento IGP, cipolle di tropea caramellate, e una fetta di porchetta di Ariccia all’arancia.

L’abbinamento è giusto sia con il panino, dove la birra si è sposata bene con la carne speziata e con la dolcezza delle cipolle caramellate, che con la porchetta, la cui riduzione all’arancia riprende benissimo il dolce del malto.

Secondo tempo supplementare – 115′

picanha-di-black-angus-riduzione-al-brandy-kasteel-cuvée-du-chateau

Picanha di black angus con riduzione al brandy e da bere Kasteel Cuvée du Chateau. Non ero ubriaco, arbitro!

Torniamo in Belgio, con una Kasteel Cuvée du Chateau di Brouwerij Van Honsebrouck, una belgian strong ale di 11%, che presenta sia all’olfatto che al gusto note di caramello, note alcoliche e frutta secca. Di corpo medio, il suo amaro e soprattutto l’alcol camuffano le note tostate.

Ad accompagnare questa birra di alta gradazione alcolica c’è una picanha di black angus con riduzione al brandy.

Ottimo abbinamento, l’amaro della birra accompagna in maniera eccellente la carne, compresa la parte un po’ dolciastra data dalla riduzione di brandy.

Calci di rigore

cheesecake-ai-frutti-di-bosco-prunus-birra-del-borgo

L’abbinamento estremo: cheesecake ai frutti di bosco con Prunus di Birra del Borgo

Si conclude con l’Italia, precisamente con una Prunus di Birra del Borgo, prodotta aggiungendo  ciliegie fresche alla Duchessa (altra creazione di Birra del Borgo) a fine fermentazione. Richiama le classiche kriek belghe, ma differisce da loro per la sua acidità più contenuta. All’olfatto si percepisce ovviamente la nota fruttata, ma anche i tipici sentori di questo stile, quali odore di stalla e coperta di cavallo. Al sorso presenta un ingresso dolce e acido contemporaneamente, per poi spegnersi con un retrogusto amaro.

Il dolce che troviamo in abbinamento è una deliziosa cheesecake ai frutti di bosco artigianale.

Abbinamento estremo. Abbiamo seguito il consiglio di Giuseppe, mangiare 3-4 pezzetti di cheesecake e bere un sorso di birra. Risultato: la birra scende giù che è un piacere ,ripulisce la bocca e siamo pronti ad addentare altri pezzi di cheesecake.

Ripetiamo, abbinamento estremo, ma promosso!

Conclusioni

Il Belgio ha giocato d’attacco, ha fatto valere la sua forte tradizione brassicola, conquistando la platea. L’Italia, nonostante l’inferiorità numerica, si è però difesa alla grande, riuscendo a portare a casa un ottimo risultato. Alla fine, tra i due paesi, non c’è nessun vincitore.

Ad aver vinto siamo tutti noi che abbiamo avuto il piacere di partecipare ad una serata dove, come sempre capita quando c’è di mezzo la nostra bevanda preferita, non sono mancati sorrisi, confronti e… ringraziamenti da parte del nostro palato.

belgio-vs-italia-abbinamenti-birra-artigianale

La batteria dell’evento Belgio vs. Italia. Chi la spunterà?

Vi consigliamo vivamente di visitare il suo locale, anche perché l’8 luglio, dopo pochi giorni di chiusura, ci sarà la riapertura al pubblico con una novità: la spina ospiterà solo birre artigianali italiane che avranno una costante rotazione.

Cosa ne pensate degli abbinamenti? Per alcune birre non è stato facile, ma i risultati sono stati sorprendenti, non trovate? Fateci sapere cosa ne pensante lasciando un commento.


Diffondi la crociata
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>