I cavalieri di Malto -

Birra in Villa 2016, la birra come momento conviviale

Birra in Villa 2016, la birra come momento conviviale
Tanti birrifici per una manifestazione all'insegna della piacevolezza
Diffondi la crociata
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tanti birrifici, novità e vibrazioni positive al Birra in Villa 2016

Il 14-15- 16 maggio si è svolta, presso Villa Calvanese sita in Castel San Giorgio (SA), la manifestazione Birra in Villa dedicata al mondo della birra artigianale prodotta in Campania, manifestazione organizzata dall’Associazione Villa Calvanese in collaborazione con Slow Food. Noi Cavalieri di Malto non potevamo certo mancare ad un appuntamento del genere, e perciò abbiamo deciso di partire per l’ennesima crociata.

Domenica 15 ci siamo messi in viaggio sfidando le intemperie. Eravamo talmente assetati e vogliosi di bere che ci siamo mossi in largo anticipo, arrivando a destinazione prima dell’apertura ufficiale al pubblico. Le nostre gole hanno dovuto patire la secchezza per un ulteriore lasso temporale di circa mezz’ora, ma al segnale di “via libera”, armati di calice fornitoci all’ingresso, ci siamo introdotti con intento bellicoso nella suggestiva cornice offerta dal Palazzo Calvanese.

Mentre i birrifici presenti sistemavano le ultime cose agli stand, ne abbiamo approfittato per scambiare due chiacchiere con il coordinatore della manifestazione Alfonso Del Forno, sempre pronto ad aggiornarci ed acculturarci sul mondo della birra artigianale. Ogni volta è un piacere poter interloquire con lui, e ne abbiamo approfittato anche per prendere la Guida alle birre d’Italia 2017 di Slow Food, presentata ufficialmente proprio il giorno prima.

birrificio-sorrento-birra-in-villa

Lo stand del Birrificio Sorrento

 

birra-karma-birra-in-villa

Lo stand di Birra Karma

 

birra-in-villa-birrificio-felix

Lo stand del Birrificio Felix (ex Trincanotte)

La serata al Birra in Villa è entrata nel vivo sin da subito: mentre al piano superiore si iniziavano a spillare le prime birre (tra le primissime ci sono sicuramente le nostre), al piano inferiore partiva l’organizzazione dei due cooking show in programma per quella giornata. Dal primo istante siamo stati immersi in un’atmosfera di semplicità, cortesia, simpatia, divertimento. Insomma, una piacevole atmosfera di festa. Ogni spillatura era sempre accompagnata da un sorriso sincero, da una battuta, un consiglio, una chiacchierata piacevole. I birrai, ed in generale tutte le persone che hanno lavorato agli stand dei birrifici presenti, hanno offerto alla clientela tutta la loro disponibilità, fornendo quello che secondo noi è stato il vero valore aggiunto di questa manifestazione: la componente umana.

 

 

birrificio-irpino-birra-in-villa

Lo stand di Birrificio Irpino

La cosa che più ci ha colpiti, e che ci teniamo a sottolineare, è la complicità che si percepiva tra i vari birrifici. Tra di loro è stato un continuo scherzare, confrontarsi, scambiarsi birre a vicenda, in barba a quella che è la spietata legge del mercato e della concorrenza. Eravamo lì, tra le sale di questa villa, tra persone perlopiù sconosciute, o quantomeno che si conoscevano poco, ma è stato come essere a casa di un amico a divertirsi in compagnia di tanta gente che si conosce da lungo tempo.

D’altronde, come capita spesso di ricordare, la bellezza della birra è anche questa, il riuscire a socializzare senza troppe difficoltà.

Ovviamente, oltre a dissetare le nostre gole, c’era anche uno stomaco da riempire, e non è mancata l’occasione per farlo nella zona food. Montanare, panini ripieni di braciola, panini gourmet, fritti napoletani, provolone impiccato hanno accompagnato le nostre bevute e deliziato i nostri palati.

 

birrificio-rudeboy-birra-in-villa

Lo stand del Birrificio RudeBoy

 

L’affluenza al Birra in Villa è stata ottima, il maltempo non ha impedito alle persone di uscire di casa per andare a soddisfare la loro voglia di birra sin dal pomeriggio, raggiungendo naturalmente il picco sia in prima che tarda serata.

Insomma, tra una risata e una birra, una battuta e una birra, una chiacchierata e una birra, un boccone e una birra, dopo ben 7 ore di ininterrotta presenza, anche per i Cavalieri è giunto il momento di deporre le armi, salutare e ringraziare tutti, e andare a riposare dopo questa battaglia che li ha visti al termine un po’ provati, ma enormemente soddisfatti e compiaciuti. La missione a Birra in Villa può essere archiviata con successo.

birra-in-villa-affluenza

L’affluenza di gente assetata agli stand. Nell’angolo, il cavaliere Alessandro che mostra la tipica espressione di chi non beve da troppo tempo.

Sei stato anche tu al Birra in Villa? Sei d’accordo con noi? Lascia un commento e parliamone!


Diffondi la crociata
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>