I cavalieri di Malto -

Le birre affumicate e come abbinarle sul cibo

Le birre affumicate e come abbinarle sul cibo
Lo staff del pub Trincanotte Due ci suggerisce come abbinare le birre affumicate dagli antipasti al dolce
Diffondi la crociata
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lo staff del pub Trincanotte Due ci ha fatto uscire il fumo dalle orecchie (in senso buono)

Mercoledì 23 marzo io e gli altri cavalieri siamo stati al Trincanotte 2 di Sant’Arpino (Caserta) per una serata di approfondimento birrario organizzata in collaborazione con il beershop Hopygoblin. Al centro dell’evento il tema degli abbinamenti cibo-birra, e sotto i riflettori le birre affumicate e le eccezionali creazioni culinarie della cuoca per passione Laura Arienzo.

birre-affumicate-hopygoblin

Ben sei birre affumicate in degustazione nella serata di abbinamento cibo-birra

Tutti gli abbinamenti sono stati pianificati con una formula che si è rivelata vincente, ovvero un approccio inverso alla dinamica della degustazione, in cui lo staff (composto da Valentina D’Oria, Achille Certezza e Laura Arienzo) sceglie a monte le birre e a valle si pianifica il menu, costruendo gli abbinamenti culinari tenendo ben presente l’assonanza di sapori.

Achille Certezza, birraio del Birrificio Trincanotte, fa gli onori di casa e istruisce i presenti con una panoramica storica sulle birre affumicate e le loro caratteristiche fondamentali. Le birre affumicate non sono tutte uguali: non solo possono variare le proporzioni tra un’etichetta e l’altra, ma può cambiare anche la tipologia di affumicatura. Si suole infatti suddividere i malti affumicati in rauch, caratterizzati per un’affumicatura da legno – spesso faggio – molto delicata, e peated, caratterizzati da un’affumicatura torbata, più decisa al sapore, che viene impiegato anche nella distillazione del tipico whisky.

Dopo le dovute presentazioni, cominciano ad arrivare le portate. Scopriamo insieme cosa ci ha riservato lo staff di Trincanotte Due.

Antipasti

antipasti-birre-affumicate

Quattro antipasti e due birre unite dagli aromi e dai sapori affumicati.

Apriamo la serata con quattro antipasti: una rosa di sfoglia con salame affumicato, un puré di patate affumicate con bacon e scamorza, una tartare di salmone affumicato con crema di avocado e pepe e una marinata di salmone con menta e limone. Ad accompagnare il piatto due birre: la Ten del Birrificio TrincanotteThe Saint’s Whiskey Beer di St. Peter’s.

Più che sulla bontà delle pietanze, contenute nelle porzioni ma assai gustose, mi soffermo sul connubio birra-cibo: la Ten è stata bevuta sopra i due antipasti di carne – purè con bacon e sfoglia con salame – e si prestava assai bene a ripulire la bocca, in virtù del suo mix di malto rauch e peated con cui è stata brassata, che fa sì che l’affumicato sia apprezzabile ma non invadente, così come la componente amaricante, che è sottotono. Sempre sulla delicatezza, ma con note affumicate più pronunciate, gioca la The Saint’s Whiskey Beer, dorata, dalla carbonazione leggera, che ha sgrassato la bocca delle due portate col salmone senza coprirne le sfumature di sapore.

Menzione d’onore per la tartare di salmone affumicato con crema di avocado e pepe: un contrasto tra affumicato e grasso del salmone, cremosità dell’avocado e speziatura davvero fe-no-me-na-le.

Primo piatto

timballo-di-riso-birre-affumicate

Un timballino di riso con bacon croccante

Il primo piatto è un risotto allo speck con scamorza affumicata e bacon. Una vera rivelazione: il risotto era cotto al punto giusto e il bacon bello croccante, come è raro trovarlo in giro. Ho divorato anche il prezzemolo, che mi hanno riferito essere nel piatto solo a scopo ornamentale, pur di prolungare l’esperienza. A completare la bontà della creazione e dell’impiattamento è stata la HaandBryggeriet Hesjeøl di HaandBryggeriet, forse la birra affumicata più insolita tra quelle proposte, con spunti di toffee e banana a sostenere l’affumicatura delicata e non troppo aggressiva. A seguire è stata servita la Aecht Schlenkerla Rauchbier Märzen di Brauerei Heller (tutti nomi da scioglilingua, me ne rendo conto), birra scura dalla schiuma generosa e con sentori di legno. Tra le due proposte ho preferito la seconda.

Tra la seconda portata  e quella finale abbiamo avuto un assaggio temerario di Nøgne Ø 100% Peated, una birra che, come suggerisce il nome, è brassata con il 100% di malto torbato. Nonostante la dicitura almost undrinkable in bella vista sull’etichetta, la birra non solo non ci ha ammazzato, ma si è rivelata una piacevole scoperta. Dietro le decise note di affumicatura da torba si affacciano sentori di caramello bruciato e addirittura fruttati, di mela candita. Unica nota dolente è il prezzo: circa 15€ per una bottiglia da 0,25l.

Dolce

cheesecake-caramello-birre-affumicate

Birra affumicata? Sul dolce? A quanto pare è possibile, se il dolce è una cheesecake al cioccolato con ripieno di caramello

E infine arrivò il dolce. Questo era l’abbinamento su cui ero inizialmente più scettico, ma che mi ha fatto ricredere. Su una cheesecake al cioccolato con ripieno al caramello c’è stato l’accostamento alla Scotch Torbata del Birrificio Trincanotte. Per me, che ai dolci preferisco porter o stout, è stato formativo: la birra, proprio in virtù del malto peated presente nel grist, aveva quel tono di leggera ruvidità legnosa in più, a memoria della Schlenkerla assaggiata poco prima, che gli ha permesso di completare l’avvolgenza del caramello, che insieme al cioccolato forniva un dolce non stucchevole ma più legnoso.

Insomma, il colpo di grazia che ci ha lasciato pieni e contenti.

Con il dolce gli abbinamenti per assonanza cibo-birre affumicate è stato esplorato a 270 gradi. Mancava soltanto un secondo di carne affumicata o provola affumicata che integrasse il menu e il quadro era davvero completo. Mi rimane la personale curiosità su quali possano essere gli accostamenti per contrasto disponibili per questa tipologia di birre, curiosità che spero di soddisfare il prima possibile.

L’evento è valsa davvero ogni singolo minuto speso e spero che l’articolo vi sia d’aiuto in caso vogliate organizzare una serata simile con i vostri amici. Vi consiglio di restare aggiornati sui loro prossimi eventi per coccolarvi un po’ tramite le loro pagine Facebook Hopygoblin e Trincanotte Due, così come la pagina del Birrificio Trincanotte, da cui tutto è partito.

cavalieri-di-malto-hopygoblin

I cavalieri con la fata dell’Hopygoblin Valentina

Lasciateci nei commenti le vostre opinioni su questi abbinamenti per assonanza e magari proponetene qualcuno per contrasto!


Diffondi la crociata
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>