A Napoli una serata di degustazione e abbinamenti con l’ospite d’eccezione Teo Musso

Il 27 aprile il locale B-Zone e La Taverna di Bacco di Napoli ha accolto tra le sue braccia un ospite che non ha bisogno di presentazioni: Teo Musso, fondatore e mastro birraio del piemontese birrificio Baladin, che ha raccolto l’invito per una serata di degustazione e abbinamenti cibo-birra dal titolo #IlPaninoDiCristiano, evento organizzato in collaborazione con Laura Gambacorta di Gambero Rosso.

Una serata affollatissima, che ha riempito il locale in ogni ordine di posti.  In apertura di serata Teo Musso ha salutato i presenti e dato la sua personale visione carica di esperienza sulla birra artigianale. “I primi anni sono stati difficili,” racconta, “ma in 20 anni si è messa in moto una vera e propria rivoluzione culturale che ha fatto capire agli italiani che non esiste una birra, ma esistono le birre” dice, citando Kuaska.

L’Italia si conferma come un simbolo mondiale per l’interpretazione e l’inventiva, e il bicchiere teku del 2006 ne è l’esempio. Non poteva non mancare un suo commento sull’acquisizione di Birra del Borgo da parte della multinazionale. Assai lapidario: “Grandissima delusione”. Potere approfondire il suo punto di vista nel suo recentissimo comunicato.